ITA   ENG      

Fiume Po

Il Fiume PoCon i suoi 652 chilometri, il Po è il fiume più lungo d'Italia: si estende su un bacino di 71.000 chilometri quadrati, bagnando quattro regioni e attraversando tutta la Pianura Padana. Il suo corso è alimentato da 141 affluenti e torrenti minori, tocca 13 Province e 474 Comuni, interessando una popolazione di 16 milioni di persone. Il fiume nasce ai piedi del Monviso, sulle Alpi piemontesi, fino a sfociare nell'Adriatico, attraverso un ampio delta, a sua volta suddiviso in sei rami. Il Po è anche un grande attrazione per il turismo ambientale sportivo e culturale: la sua valenza naturalistica è data da oltre 60 parchi, riserve, aree attrezzate e oasi naturali, tutti scenari ideali per percorsi in bicicletta, a cavallo o di navigazione fluviale. Estremamente ricca anche l'offerta di attività indoor, grazie a oltre 30 musei, ville e centri di documentazione dedicati al fiume e agli eventi e ai personaggi ad esso legati, da Don Camillo e Peppone a Giuseppe Verdi. A livello internazionale il Po è riconosciuto come il più importante corso fluviale italiano anche alla luce degli eventi storici, sociali ed economici di cui è stato ed è tuttora teatro.
Il Po è una grande risorsa per l’economia del territorio.
Ogni anno, dalle acque sotterranee vengono prelevati 5,3 miliardi di metri cubi, che diventano 25,1 per le acque superficiali. Oggi, le sue acque vengono usate a scopo civile, agricolo e industriale, e dalla sua potenza si ricava energia elettrica. Sulle sue rive si concentra oltre un terzo delle industrie e della produzione agricola italiana, così come oltre la metà del patrimonio zootecnico.
Anche per questo è di fondamentale importanza garantire la sicurezza idraulica del territorio: per tale finalità opera l'AIPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po) istituita nel 2003 ereditando le funzioni dell’ex Magistrato per il Po, sorto nel 1956. L’Agenzia si occupa della realizzazione e manutenzione delle opere di difesa idraulica (come le arginature, molte delle quali adibite anche a piste ciclopedonali), del monitoraggio, previsione e gestione dei fenomeni di piena, delle infrastrutture per la navigazione fluviale, della polizia idraulica.

 

Foto